SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA EUROPA

APRILE 2021 - Il mese della rinascita


Aprile è un mese che ci piace particolarmente, il suo nome deriva dal latino aperire (cioè aprire) per indicare il mese in cui si "schiudono" piante e fiori.

In aprile, infatti, la terra si apre e la natura germoglia: aprile è il mese della rinascita e del risveglio della natura dopo il sonno invernale. Dal Gargano al basso Salento i campi coltivati si moltiplicano e il clima diventa sempre più mite in preparazione per la stagione estiva.

Anche questa box è velocemente andata sold out. Affrettatevi per non farvi scappare quella di maggio che, ve lo assicuriamo, vi lascerà a bocca aperta e soprattutto pancia piena.


VINO BIANCO - TERRAMARE FIANO IGT FEUDI DI GUAGNANO
Località: Guagnano

Il Salento è allo stesso tempo Terra e Mare. Infatti, gli antichi greci chiamarono i salentini col nome di Messapi, cioè popolo tra due mari, lo Jonio e l’Adriatico.
Terramare Fiano di Feudi di Guagnano è giallo paglierino con riflessi verdolini. Al naso dipana profumi di frutta fresca matura e fiori bianchi. Al palato si presenta fresco e morbido con sentori di mela verde e polpa di pera.

La vendemmia viene effettuata nella zona della Valle d’Itria, rigorosamente a mano e nella seconda metà di agosto.
Le uve del Terramare Fiano vengono vendemmiate durante la seconda settimana di settembre. A seguito di un’accurata selezione dei grappoli e una soffice pigiodiraspatura avviene la fermentazione in acciaio per 8/10 ore a una temperatura compresa tra 5° e 8°C. Il vino subisce un breve affinamento in bottiglia.
Vino pronto dopo circa 2 mesi dall’imbottigliamento; mantiene intatte la sue caratteristiche organolettiche per almeno due/tre anni.

Terramare Fiano di Feudi di Guagnano è un vino che si abbina perfettamente con crostacei, secondi piatti di pesce al forno o alla griglia e con carni bianche e delicate. La temperatura di servizio consigliata è 8°-10°C.

Feudi di Guagnano nasce con l’obiettivo di salvare alcuni ettari di vigneti coltivati a negroamaro e primitivo abbandonati da vignaioli ormai anziani e non più in grado di coltivarli.

Per saperne di più visita www.feudiguagnano.it

 

Olio EVO – Frantoio Cazzetta
Località: Palmariggi


L’Olio Extravergine d’Oliva è da sempre il principe della dieta mediterranea.
Noto per le eccellenti proprietà nutrizionali e ricco di antiossidanti, antinfiammatori e acidi grassi essenziali. Questi rendono l’olio extravergine d’oliva non un semplice condimento bensì un vero e proprio alimento, che non dovrebbe mai mancare sulla nostra tavola.

Con il Masserie Quattro Macine del Frantoio Cazzetta, l’intento era proprio questo. Portare sulla tavola dei nostri affezionati clienti un olio che rispettasse tutti questi valori nel rispetto della tradizione. Un frantoio attivo in un territorio dove le piante di olivo, di proprietà della famiglia, si estendono per 300 ettari in quella che una volta veniva chiamata Terra d’Otranto.
Viene ricavato da olive raccolte per diretto distacco dalla pianta in modo da non disperdere l’aroma e la freschezza dei frutti, nel periodo tra novembre e dicembre.
Queste caratteristiche danno origine ad un olio dalle pregiate qualità, ottenuto dal sapiente connubio di olive provenienti da oliveti della famiglia Cazzetta a cui si aggiungono quelle di selezionati produttori locali dell’antica Terra d’Otranto.

Un olio dal gusto dolce e che racchiude tutto il sapore di olive mature. Di color giallo con riflessi verdi. Perfetto per condire carni, insalate, minestre, risotti e salse.

Per saperne di più visita il sito www.oliocazzetta.com

 

TARALLI ZUCCHERATI – PAIANO Sas
Località: Maglie

Se desiderate stupire i vostri commensali a fine pasto con qualcosa di semplice e gustoso, nel pacco di questo mese vi proponiamo la soluzione, quella dei taralli pugliesi zuccherati.

Questi sono conosciuti anche come occhi di Santa Lucia. Sono dei tarallini glassati pugliesi, tipici della città di Bari, che si preparano nel periodo natalizio a partire dal 13 dicembre, giorno in cui si festeggia Santa Lucia. Per realizzarli occorrono pochissimi ingredienti: farina, olio extravergine di oliva e vino bianco. Una volta cotti in forno vengono ricoperti da una glassa bianca a base di acqua e zucchero.

Gli occhi di Santa Lucia devono il loro nome e la forma a un mollusco chiamato Astrea rugosa. In particolare, si fa riferimento all'abitazione di questo mollusco tipico del Mediterraneo, formata da una conchiglia e da uno strato calcareo a forma di occhio che funge da "porta di casa". La spirale che caratterizza questo occhio è la simbologia legata a questi taralli dolci glassati.

Questi sfiziosi dolcetti sono adatti ad ogni occasione, da gustare a fine pasto con un liquore o a colazione per ricaricarsi di energie prima di affrontare la giornata, oppure nel pomeriggio sorseggiando una tazza di thè.

Volete sapere di più su come sono fatti direttamente dal produttore?
Potete contattarli via mail su paianosas@libero.it o cercare la loro pagina Instagram @prodotti_paiano

 

TORCIGLIONI PATATE E ROSMARINO – PAIANO Sas
Località: Maglie

Tarallini? No, torciglioni! Si tratta di una variante dei classici tarallini pugliesi.

La differenza è palesemente nella forma allungata ma, questo mese, ci siamo spinti oltre scegliendo qualcosa di particolare. Questo famoso prodotto del Forno Paiano viene aromatizzato al gusto di patate e rosmarino, una coppia aromatica vincente da sempre.

Il forno in questione è un punto di riferimento della comunità locale. Da tre generazioni la famiglia Paiano sforna quotidianamente le migliori specialità salentine. Questa realtà familiare mostra l’amore per la propria terra utilizzando metodi di produzione tradizionali che si tramandano da padre in figlio dal 1937.

Perfetti per accompagnare un aperitivo o un momento di merenda. Da abbinare con un buon Vino o con una birra. Insomma, l’unico importante consiglio è quello di aprire la confezione, il resto verrà da sé.

La verità è che la formula esatta per gustare la storica tradizione culinaria nascosta dietro questo dorato e friabile prodotto non esiste. La sua versatilità dà l’occasione a chi lo assaggia di sperimentarlo a seconda dei propri gusti.

Per saperne di più potete cercare su Facebook l’hashtag #specialitàpaiano e scoprire tutti i loro prodotti

 

PESTO DI CIME DI RAPA - PRALINA
Località: Melpignano
 


Questo pesto alle cime di rapa viene prodotto da una realtà che ha fatto dell’artigianalità il suo cavallo di battaglia.
Stiamo parlando di Pralina, un’azienda nata a Melpignano, in provincia di Lecce nel 1991. Vale a dire ben 30 anni fa. Un’azienda spinta da una forte etica e sostenibilità ambientale con la visione di custodire le risorse della propria terra per farle conoscere e condividerle con il modo intero.

Proprio come nel caso di questo pesto, prodotto rigorosamente in maniera artigianale conservando la freschezza e la genuinità del frutto appena raccolto.
Viene ricavato appunto dalle cime di rapa, ovvero le infiorescenze e le foglie più tenere della rapa,  un ortaggio con notevoli proprietà benefiche tra cui quella antiossidante e con un elevato contenuto di vitamine e sali minerali. In particolare: calcio e fosforo.

È uno degli ortaggi più caratteristici di tutta Puglia. Infatti, solo nel territorio pugliese ne viene prodotto un terzo dell’intera produzione italiana.

Il pesto alle cime di rapa di Pralina è un condimento pronto in pochi minuti, dal sapore deciso e privo di conservanti e coloranti. Ideale per primi piatti di pasta a taglio corto. Perfetto se abbinato alle tipiche orecchiette pugliesi alla farina di orzo.

Non servirà nessuna cottura, ti basterà scaldarlo e versarlo come condimento, magari accostato a qualche alice.

Per scoprire di più visita www.pralinasrl.com
 
 
VELLUTATA CECI NERI E ALLORO – PRALINA
Località: Melpignano
 


Il Salento è una terra antica, di grandi tradizioni ancora vive, una terra generosa, ricca di memorie storiche e meraviglie naturali. Il clima dolce e la mitezza dell’aria sulla costa e nell’assolato entroterra favoriscono la crescita di un’infinità di erbe e piante officinali spontanee, una grande varietà di frutti e ortaggi.

Ed è qui, in questa terra e tra questa gente, che nasce l’azienda che ha ideato e prodotto questa vellutata: Pralina. La mission di quest’ottima realtà nostrana è quella di trasformare queste erbe, questi frutti e questi ortaggi in squisiti prodotti naturali secondo le regole non scritte di una riconosciuta tradizione culinaria.

Tra la vasta scelta di prodotti che quest’azienda propone, nel pacco di questo mese troverete una vellutata di ceci neri secchi reidratati e alloro: un piatto povero e nutriente della cucina tipica del Salento.

Le vellutate della linea Le Biodiverse sono una valida alternativa a base di legumi. Si riscaldano in 1 minuto in padella, in forno o nel microonde e diventano gustosi contorni per piatti a base di verdure o carne.
Ideali anche per condire la pasta. Aggiungete un po' di acqua per renderla una crema meno densa.
Un'alternativa comoda e veloce, sana e gustosa adatta anche a diete vegane.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.pralinasrl.com

 

ORECCHIETTE – LE RUSTICHE
Località: Sogliano Cavour
 


Quando si pensa alle orecchiette, quel formato di pasta corta che ricorda appunto delle piccole orecchie, è impossibile non collegarle immediatamente alla Puglia. Queste sono un tipo di pasta fatta in casa a base di semola rimacinata di grano duro, acqua e sale.

Le origini delle orecchiette non sono chiare perché esistono diverse interpretazioni storiche a riguardo: secondo alcuni, sarebbero nate in Provenza, dove veniva fatta una pasta di grano duro simile, e poi importate in Puglia attraverso la dinastia degli Angioini, che esercitavano il loro potere proprio nell’area compresa tra Puglia e Basilicata.
Altri, ancora, ritengono che le orecchiette sarebbero invece nate direttamente in Puglia, e più precisamente, nell’odierna Sannicandro di Bari: in questo caso, la tesi è che siano state introdotte sulle tavole pugliesi grazie alla protezione che gli Svevo assicuravano agli ebrei, i quali, influenzarono la cucina locale con le loro ricette.

Le orecchiette nella box di questo mese sono realizzate con un mix di semola di grano duro e semola integrale di grano duro. Sono prodotte da un giovane pastificio familiare nato da pochi anni ma subito diventato un punto di riferimento per la comunità locale.

La ricetta perfetta le vede accompagnate alle cime di rape, al sugo di carne o al sugo di pomodoro e ricotta forte di pecora.

Per saperne di più visita il sito www.pastificiosalento.it

 

UOVA DI CIOCCOLATA FONDENTE – CIOCCOLATERIA MAGLIO
Località: Maglie


É il nostro modo per farvi gli auguri di Pasqua! Un ovetto di cioccolata, per ritornare in un momento bambini. Anche se parliamo di un uovo di Pasqua per veri intenditori…
Si tratta di cioccolata fondente al 70%, quindi un gusto non per tutti i palati ma certamente particolare.

La Cioccolateria Maglio ha una marchio riconosciuto a livello internazionale e nasce nel lontano 1875, attualmente è riconosciuta come “Impresa storica d’Italia”.
Una storia di successo, premi e riconoscimenti che vede protagonisti i metodi artigianali e la più accurata scelta delle materie prime. Un esempio di Made in Italy che la Puglia mostra con orgoglio a tutto il mondo.
Questo inestimabile patrimonio di valori e sapere dimostra che le nostre aziende possono essere competitive nei mercati del futuro anche con prodotti non tipicamente locali.
La Cioccolateria Maglio produce questo uovo e tutti i suoi prodotti approvvigionandosi solo da colture di cacao sostenibili; una caratteristica spesso poco comune fra le aziende che si presentano nella grande distribuzione.

Provate questa cioccolata abbinata a qualcosa di dolce e acidulo come la frutta essiccata o con una birra particolarmente aromatica. Sarete sicuramente stupiti dall’elegante e unico viaggio sensoriale.

Occhio alla sorpresa! Ovviamente non è commestibile…

Per saperne di più su questo e altri prodotti di Maglio visita il sito www.cioccolatomaglio.it


Sei riuscito ad ordinare il pacco di Aprile? Scrivicelo nei commenti