ZEITANGEBOT: Abonnieren Sie für 3 Monate, der erste Monat ist kostenlos!

MARZO 2021 - L'aria di primavera in Puglia


Con la box del mese di marzo ci lasciamo alle spalle l'inverno e ci addentriamo con gioia nella stagione primaverile.
Con quale spirito inizieremo il mese di Aprile? Sarai dei nostri?
Di seguito una piccola descrizione dei prodotti che facevano parte della box di Marzo, ormai andata sold-out.

 

CAFFE' - QUARTA CAFFE'
Località: Lecce

Il caffè è un ottimo antiossidante e digestivo. Aiuta a ridurre il rischio di diabete, cirrosi epatica e depressione. Il caffè che troverete nel pacco di questo mese non rappresenta solo questo ma molto di più.

Il caffè Quarta, infatti, è una vera e propria istituzione locale che abbraccia intere generazioni. Una realtà imprenditoriale di famiglia presente da oltre 60 anni
L’azienda è riuscita negli anni ad innovare senza mai perdere di vista la qualità, l’attenzione per il prodotto e l’attaccamento al territorio. La passione per la ricerca delle migliori origini di caffè, la tostatura separata e la cura nella realizzazione delle miscele hanno reso Quarta Caffè un’eccellenza, oggi riconosciuta come una delle migliori torrefazioni italiane. 

La miscela di caffè La Rossa presenta un gusto forte e deciso, adatto per un caffè pomeridiano con gli amici. È composta da chicchi Arabica e Robusta in maniera totalmente bilanciata, molto apprezzato dai consumatori più dediti. La confezione trasparente è stata ideata negli anni Sessanta per tutti gli appassionati che amavano vedere il colore di questo pregiato caffè.

Gusto forte e deciso adatto ad ogni momento della giornata.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.quartacaffe.com

 

ARACHIDI PRALINATE - DOLCIUMI TAMBORRINI
Località: Matino

Dici snack da sgranocchiare e... pensi subito alle noccioline americane! Le arachidi sono il simbolo dei party e degli aperitivi con gli amici e delle pause in pieno relax.

Sai che non sono veri e propri frutti? Le arachidi, infatti, non sono altro che i semi di una pianta leguminosa. Insomma, sono strettamente imparentate con i fagioli! Croccanti e saporite, le arachidi sgusciate e tostate appagano il palato e forniscono all'organismo eccellenti principi nutritivi. Come renderle ancora più buone rispetto a quanto già lo siano? Trasformandole in arachidi pralinate.

Le arachidi pralinate sono un dolce che è impossibile non adorare. Dolcetti tipici della tradizione pugliese, queste si sono diffuse grazie alle fiere o alle sagre di paese. Esse si ottengono grazie alla tostatura delle arachidi che successivamente vengono unite allo zucchero e si solidificano fino a caramellarsi. 

Ottime da mangiare con il caffè o come merenda, i vostri figli o i vostri amici ne andranno pazzi. Rappresentano anche uno snack perfetto per sportivi, vegani e per chiunque desideri mangiare sano.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.dolciumitamborrini.it

 

LAMPASCIONI – PUNTO UNICO
Località: Surbo

Chi di voi ha mai sentito parlare di lampascioni?
Il lampascione o lampagione, detto anche cipolla canina è una pianta erbacea della famiglia delle Liliaceae, diffusa nella nostra amata Puglia.

I lampascioni pugliesi sono caratterizzati da bulbi dal ricco valore energetico utili per potenziare il regolare funzionamento dell’organismo e migliorare la sensazione di benessere. I lampascioni pugliesi sono definiti anche “re dei bulbi” per le ottime proprietà terapeutiche che possiedono. Infatti, questi sono caratterizzati da proprietà nutrizionali a dir poco vitali per l’organismo. Ricchi di sali minerali come fosforo, potassio, magnesio, rame, ferro e manganese, i lampascioni sono anche ricchi di una notevole concentrazione di vitamine.

Nonostante siano poco conosciuti dalla maggioranza dei consumatori, i lampascioni erano ben noti sia agli antichi Egizi, sia ai Greci che ai Romani, i quali attribuivano a questo bulbo anche proprietà afrodisiache.

La parte commestibile di questo prodotto è il bulbo, che sprigiona un sapore particolarmente amarognolo. Questo fattore risulta determinante per i consumatori di lampascioni: o lo si ama o lo si odia.

Noi non abbiamo alcun dubbio, li adorerete!

 

ORECCHIETTE E MACCHERONCINI – ACQUA & SEMOLA (PASTIFICIO SALENTO)
Località: Sogliano Cavour

Fare la pasta fresca di semola rappresenta una delle tradizioni più diffuse tra le famiglie pugliesi, dove spesso per pasta “fatta in casa” si intende quasi esclusivamente la pasta di semola, piuttosto che quella all'uovo. Basti pensare a formati tipici come orecchiette, scialatielli, maccheroncini al ferro, cavatelli, tutti formati del sud che prevedono la realizzazione di una pasta appunto senza uova. La pasta fatta in casa senza uova richiede l'utilizzo della farina di semola rimacinata, che conferisce alla pasta una trama un po' rustica, in grado di abbracciare bene il condimento. Ecco perché questa pasta viene appunto detta pasta di semola.

Nella box di questo mese troverete due tipi di pasta tra i più noti tra quelli della tradizione pugliese, i maccheroncini e le orecchiette.

I maccheroncini sono un delizioso formato di pasta semplice ma al contempo ricco di ingredienti nutrienti. Si amalgamano perfettamente al condimento grazie alle scanalature che li caratterizzano. Consistenza e qualità per un connubio perfetto.

Le orecchiette di semola a marchio “Pura Semola” di Pastificio Salento provengono dalla migliore tradizione culinaria pugliese. La loro caratteristica forma concava, liscia all’interno e increspata all’esterno, avvolge in modo esemplare i condimenti. Perfette con sughi, pesti e verdure, le orecchiette di semola offrono un gusto avvolgente per un primo piatto delizioso.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.pastificiosalento.it

 

ANTIPASTO CAPRICCIOSO PICCANTE – SPINA 1966
Località: Oria

Un semplice mix di verdure conservate sottolio e condite con spezie e aromi naturali. All’interno di un vasetto troviamo carciofi, finocchi, sedano, carote cicoria, melanzane, zucchine, cavolfiore, peperoni, pomodori secchi e funghi champignon.

Niente di più sano di un mix di verdure e ortaggi! Accompagnalo con il pane, con le friselle o con la puccia per uno sfizioso aperitivo o utilizzalo come un gustoso contorno di carne o pesce.

L’azienda ha una lunga storia nella zona di Oria (Provincia di Brindisi) e produce dal 1966 conserve e sottoli per tutti i palati.

Il loro segreto per una trasformazione ottimale della materia prima è lavorare secondo la stagionalità delle verdure e conservarle appena raccolte.

Per scoprire di più su questo e altri prodotti visita www.spinasaporidipuglia.com

 

PUCCIA SALENTINA – VALLE FIORITA
Località: Ostuni

La vera Puccia Salentina cotta su pietra è un tipico pane morbido fatto con farina di semola e una lievitazione lunga e naturale.

Pronto da farcire in mille maniere diverse. In passato veniva riempito con condimenti poveri che, con l’attuale benessere, hanno lasciato spazio a farciture di ogni tipo.

Consumato in occasione della vigilia dell’Immacolata, giorno in cui la tradizione vuole che si faccia digiuno mangiando solo la puccia, consentiva alle donne di trovare così il tempo per seguire i riti religiosi legati alla festività. Oggi la puccia è un alimento moderno, sano e gustoso, molto più di un banale panino farcito. È un concentrato di sapore e tradizione!

Per ottenere una Puccia morbida e croccante ed esaltare allo stesso tempo sapori e profumi, si consiglia di seguire i seguenti passi:

  1. Preriscaldare il forno di casa a 220° per circa 3 minuti.
  2. Posizionare la Puccia direttamente sulla griglia del forno e lasciarla riscaldare per un paio di minuti.
  3. Togliere la Puccia dal forno, tagliarla a metà in senso longitudinale e farcirla ancora calda.
  4. Una volta farcita è possibile riscaldare la Puccia per un altro minuto, allo scopo di renderla ancora più fragrante.

Prova anche a farcirla con l’antipasto capriccioso che hai trovato nel pacco, un mix di verdure che ricorda molto gli abbinamenti tradizionali.

Per saperne di più su questo prodotto e curiosare fra le ricette delle farciture visita www.pucciasalentina.it

 

BISCOTTI CASERECCI A TRECCIA – PANIFICIO "I FRUTTI DEL GRANO"
Località: Sogliano Cavour

Si tratta di biscotti secchi dalla forma intrecciata realizzati con pochi ingredienti, semplici e genuini, e cotti rigorosamente nel forno a legna. 

Fragranti e profumati, questi biscotti danno le più grandi soddisfazioni a colazione con una tazza di latte o mangiati come dolcetto a fine pasto.

Questi biscotti sono realizzati grazie alla cura e la passione di un forno condotto con i metodi artigianali necessari per valorizzare i prodotti semplici. Poche e semplici regole: passione, forno a legna e materie prime di prima scelta.

Un mix di pochi ingredienti e semplici tecniche ma impossibili da replicare!

Per saperne di più su questo e altri prodotti visitate il sito web www.lamadiasalentina.com

 

PATE' DI OLIVE NERE – ORO DEL SALENTO
Località: Ugento

Una delle tipiche specialità pugliesi che abbiamo piacere di farvi gustare è il Patè di Olive Nere nella sua versione tradizionale e non piccante.

Una ricetta classicissima che non ha bisogno di aromi per esaltarne il sapore, realizzata esclusivamente con olive nere e lavorata con il solo olio extravergine pugliese.

Questo paté è composto da olive nere denocciolate che vengono realizzate in una crema finissima, e confezionata in un vasetto da 130 gr. 
Il prodotto in questione è realizzato solo ed esclusivamente con Olive Celline provenienti dall’agro di Ugento.

Le olive sono conosciute per le loro proprietà antiossidanti. Contengono potassio e sali minerali. Proprio per i sali minerali che contengono sono ritenute degli ottimi alimenti energetici. Potremmo dire che il patè di olive verdi è patrimonio di tutte le regioni grandi produttrici di olive, come appunto la nostra amata Puglia.

Come usarlo? Sarà sicuramente delizioso da spalmare su crostini, friselline, tartine e pane abbrustolito, da contorno o anche per i più sfiziosi aperitivi con gli amici.

Per saperne di più su questo e altri prodotti visitate il sito web www.orodelsalento.com

 

VINO AMENO PRIMITIVO IGT SALENTO- “TENUTA MARANO”
Località: Guagnano

In origine il nome del vitigno fu “zagarese”, ma venne nominato poi “primitivo” rifacendosi al latino “primativus” (che significa “precoce”): il vino “primitivo” quindi si chiama così perché le uve del vitigno da cui si produce maturano prima delle altre, precisamente ad Agosto.

La bottiglia all’interno del pacco è un primitivo 100% dal colore rosso rubino intenso.

Al gusto si presenta morbido e poco tannico, di piacevole struttura e freschezza con coerenti sentori fruttati. All’olfatto è di intensi sentori di ciliegia matura, prugna e frutti rossi con una lieve nota speziata.

Le uve appena raccolte, dai vitigni nell’agro di Guagnano (LE), vengono portate in cantina dove sono subito diraspate, pigiate e mandate direttamente in pressa soffice . Dopo alcuni accertamenti analitici, si procede alla fase di chiarificazione statica. Successivamente si procede al travaso del mosto per pulirlo dalle fecce, dopodiché viene portato in autoclave per la fermentazione e presa di spuma, il tutto a temperatura controllata di 12°C

E’ indicato per primi piatti elaborati, arrosti di carne e formaggi mediamente stagionati con una temperatura ideale di servizio di 18° C, avendo cura di stapparlo almeno 30 minuti prima di servirlo

Per ulteriori informazioni visita il sito www.tenutamarano.it